Un bel gesto quello di OPPO Italia, che ha deciso di offrire in dono ben 100 smartphone alla Fondazione Francesca Rava – N.P.H. Italia Onlus, impegnata da oltre 20 anni nella tutela dell’infanzia dei bambini in Italia e all’estero.

OPPO: 100 smartphone in dono

Smartphone, quelli regalati dal colosso cinese alla onlus, che serviranno per limitare le difficoltà causate dal distanziamento sociale, che ormai ci accompagna dall’inizio dell’emergenza sanitaria. Per l’occasione, Daniele De Grandis – Executive Director di OPPO Italia – ha dichiarato:

“Attraverso questa donazione, OPPO ha voluto rinnovare il proprio supporto in favore delle persone che hanno più bisogno in un momento storico che fa dell’isolamento, della distanza e della solitudine il proprio imperativo, gravando su situazioni già delicate, OPPO ha voluto dare espressione concreta a una delle qualità più grandi che la tecnologia possiede, ovvero la capacità di unire, avvicinare ed eliminare le distanze, siano esse sociali o fisiche.”

La scelta di effettuare la donazione proprio alla Fondazione Francesca Rava non è infatti affatto casuale: si tratta di una fra le realtà che – fin dall’inizio del terribile momento di difficoltà che stiamo vivendo – ha messo il suo operato a disposizione di ospedali, case famiglia e realtà che ospitano o coinvolgono minori. Un supporto nella gestione dell’emergenza sanitaria, che naturalmente colpisce anche i più piccoli, non solo fisicamente, ma anche psicologicamente. Mariavittoria Rava, presidente della Fondazione Francesca Rava – N.P.H. Italia Onlus, ha commentato così l’iniziativa di OPPO:

“Siamo particolarmente grati a OPPO per la preziosa e importantissima donazione di smartphone a sostegno di tanti ospedali, case-famiglia, comunità per minori, enti, famiglie bisognose che la Fondazione Francesca Rava è impegnata a sostenere sul territorio nazionale in questa emergenza così grave. Mai come ora il supporto della tecnologia e degli smartphone risulta fondamentale per consentire ai pazienti ricoverati in ospedale di comunicare con i propri familiari e ai tanti bambini e ragazzi impegnati nella didattica a distanza di eseguire i compiti che vengono loro assegnati. Un gesto di grande sensibilità da parte di OPPO con cui siamo felici di avere iniziato una collaborazione che speriamo possa rinnovarsi nel tempo.”

Di seguito, lo schema di distribuzione degli smartphone offerti in dono:

Ospedali: 40 telefoni 

  • Ospedale Valduce di Como: 5 telefoni 
  • Istituto Auxologico Italiano di Verbania: 5 telefoni 
  • Presidio Ospedaliero S.Anna di Torino: 5 telefoni 
  • Spedali Civili di Brescia: 5 telefoni 
  • Ospedale Santa Maria Goretti di Latina: 5 telefoni
  • Ospedale di Siracusa: 5 telefoni 
  • Ospedale di Augusta: 5 telefoni
  • Ospedale di Agrigento: 5 telefoni 

Case-famiglia, comunità per minori e altre realtà: 60 telefoni

Genova:

  • Presidio pediatrico e ambulatorio odontoiatrico gratuito “A Casa del Re”, in via Prè: 5 telefoni
  • Casa Circondariale Marassi di Genova (progetto “La Barchetta rossa e la Zebra”, per l’allestimento di spazi a misura di bambino all’interno del carcere, dedicati all’incontro con il papà detenuto): 5 telefoni

Milano e dintorni: 

  • 5 telefoni per 10 case-famiglia e comunità per minori con cui la Fondazione Francesca Rava collabora