I team di OnePlus e Google, dopo aver reso disponibile l’anteprima Beta di Android Q per gli smartphone OnePlus 6T e OnePlus 6, oggi hanno rilasciato l’atteso aggiornamento anche per i nuovi OnePlus 7 e OnePlus 7 Pro.

OnePlus 7 e 7 Pro ricevono Android Q Beta

All’inizio del mese, durante l’evento I/O 2019, è stato rivelato che OnePlus 7 e OnePlus 7 Pro (così come il predecessore Oneplus 6T) sarebbero stati tra gli smartphone selezionati per far parte del programma Android Q Beta. Il momento è finalmente arrivato: l’azienda cinese ha annunciato la possibilità di scaricare la Developer Preview del sistema operativo sui suoi più recenti dispositivi.

Come dichiarato dalla stessa OnePlus, Android Q Beta è non è immune da bug, potenziali malfunzionamenti e caratteristiche ancora mancanti, quindi dovrebbe essere scaricato solo da utenti esperti oltre che dagli sviluppatori. Nelle sue prime ore di distribuzione sono state segnalate alcune problematiche che includono un comportamento anomalo dell’Ambient Display, l’impossibilità di inviare SMS, gesture che non portano all’esito sperato, l’interruzione della modalità di recupero e problemi di stabilità generale. Per questo l’azienda suggerisce di precedere con estrema cautela.

Abbiamo rilasciato il nostro aggiornamento subito dopo l’I/O di Google e ora siamo entusiasti di offrire agli utenti OnePlus della serie 7 un primo sguardo al futuro di Android.
Come suggerisce il nome, questa build di Android Q è più adatta agli sviluppatori e agli early adopters. Dato che è ancora in una fase di sviluppo iniziale, si sconsiglia di aggiornare questa ROM se si ha poca o nessuna esperienza nello sviluppo di software o con le ROM personalizzate. Procedete a vostro rischio!

Se non si ha una certa dimestichezza con questo tipo di operazioni si potrebbero perdere i dati presenti nello smartphone. Pertanto, prima di procedere con l’installazione di Android Q Beta, consigliamo di effettuare una copia di backup delle informazioni.

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum
    Fonte: Gizchina