OnePlus 3 e 3T riceveranno Android Pie, la notizia era già stata ufficializzata. Sembra che i tempi siano maturi, almeno stando a quanto trapelato tramite alcuni recenti test di Geekbench.

OnePlus 3 e 3T: Android Pie è in arrivo

I possessori dei top di gamma ufficializzati nel 2016 saranno felici di sapere che lo staff dell’azienda cinese continua a lavorare sullo sviluppo e l’ottimizzazione di una ROM basata sull’ultima versione dell’OS del robottino verde che possa essere installata sugli ex flagship.

A far intuire che i lavori siano a buon punto sono due test di Geekbench, nota piattaforma che misura le performance di diversi device, realizzati gli scorsi 3 gennaio e 27 dicembre. Le schede con i risultati si riferiscono proprio a OnePlus 3 e OnePlus 3T e contengono un dettaglio molto interessante: fra le informazioni rese note c’è il sistema operativo, che sembra proprio essere Android Pie 9.0.

Attualmente, entrambi gli smartphone sono fermi ad Android Oreo 8.0. L’azienda avrebbe deciso di saltare completamente l’update ad Oreo 8.1, passando direttamente a Pie 9.0. Inoltre, con il più recente aggiornamento sono attese anche le ultime patch di sicurezza.

Come anticipato, i due device sono stati ufficializzati nel 2016. Dopo di loro ci sono stati ben quattro modelli di smartphone: OnePlus 5, 5T, 6 e 6T. Se il colosso cinese avesse deciso di non aggiornare gli ex flagship ad Android Pie, di certo gli utenti non sarebbero insorti: pochissimi produttori mantengono viva la linea di major update per più di due anni dopo l’ufficializzazione.

I terminali sono arrivati in comercio con l’edizione Android di Marshomallow e – dopo essere passati per Nougat ed Oreo – riceveranno anche Pie. Un’attenzione di OnePlus verso la propria community che è decisamente degna di nota e sposa perfettamente la filosofia all abase dell’azienda e – chiaramente – anche del suo successo.

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum
    Fonte: Gizmochina