Non è mancata, come era prevedibile, la
replica da parte di Omnitel alle accuse mosse da Beppe Grillo riguardo una serie
di presunte scorrettezze nella gestione del credito delle schede prepagate e
nelle operazioni di fatturazione.

Omnitel, oltre ad aver invitato Grillo a verificare
personalmente presso i propri uffici il buon funzionamento delle procedure di
addebito, ha diffuso un comunicato che spiega che il credito dei clienti sulle
carte ricaricabili è quello che risulta in centrale Omnitel, com’è
riportato anche su tutte le confezioni delle prepagate. L’ammontare indicato
sul display del telefonino è solo indicativo ed è un’informazione
aggiuntiva per i clienti.

Riguardo le anomalie nella fatturazione dell’opzione
‘You&MÈ (che permette di chiamare il numero Omnitel scelto dall’abbonato
sempre a 95 lire al minuto), l’esempio mostrato in televisione dal comico, secondo
Omnitel potrebbe essere riferito ad un baco dei sistemi che ha colpito alcune
centinaia di clienti (su oltre 10 milioni), già individuato e risolto
nel mese di febbraio, con il rimborso degli importi erroneamente addebitati
ai clienti identificati.