<

strong>Jen-Hsun Huang, CEO di Nvidia, ha rilasciato un’intervista al sito americano Cnet in cui lamenta in modo chiaro il prezzo troppo elevato della serie di tablet con il Sistema Operativo Android di Google. Huang richiama come esempio l’andamento delle vendite del Motorola Xoom, che con i 250 mila esemplari (tra l’altro un numero di rispetto) non è certamente in grado di competere con il riferimento del mercato rappresentato da iPad. I prezzi con cui sono immessi sul mercato i tablet sono molto simili a quelli dello stesso prodotto di Apple, non risultando dunque aggressivi e sufficienti all’incremento del market share. I prezzi ai quali vengono proposti i chip di Nvidia – tra cui il dual core Tegra 2 – secondo le parole di Huang, sono più che competitivi, ed il problema è da ricondursi nelle fasi di marketing e di posizionamento finale sul mercato dei prodotti. Le case produttrici di tablet come Samsung, HTC o RIM non sono state in grado finora di rubare quote ad Apple, e questo probabilmente perché il prezzo sullo scaffale non attira il consumatore finale e perché molti dei devices vengono offerti nella versione Wifi+3G, senza prevedere un esemplare entry level solo Wifi. Un altro motivo è da ricondursi nella carenza di applicazioni espressamente dedicate ai tablet, aspetto su cui Cupertino ha lavorato fin dal lancio del prodotto. Il CEO di Motorola Mobility, Sanjay Jha, ha recentemente affermato che “i consumatori vogliono più apps per i tablet Android”. Huang, però, parla di un futuro promettente, e lancia la proposta ai produttori di collaborare per essere più competitivi e per sfidare a viso aperto il colosso Apple. Nvidia
Jen-Hsun Huang