Dopo i ben noti problemi a cui è andata incontro con i Galaxy Note 7 "esplosivi", Samsung ha tenuto a rassicurare i propri clienti sul fatto che i nuovi Note 7 sono perfettamente sicuri da usare. La società sudcoreana prevede infatti di terminare il programma di sostituzione ai primi di ottobre e riprendere le vendite in tutto il mondo entro la fine del prossimo mese. Tuttavia, sembra che anche le unità sostitutive non siano proprio così sicure. Purtroppo, infatti, pare che alcuni consumatori, dopo aver scambiato il proprio dispositivo difettoso con uno nuovo, abbiano riscontrato lo stesso dei problemi con la batteria, che si surriscaldava troppo o si consumava troppo velocemente.

Il Galaxy Note 7 esploso
Il nuovo Galaxy Note 7 esploso

C’è stato qualche caso segnalato in USA e Corea del Sud negli ultimi due giorni, tanto che Samsung ha ammesso di aver riscontrato effettivamente dei difetti in un'unità, offrendosi di sostituire il dispositivo con un altro. In un comunicato, Samsung ha poi detto: "Ci sono state alcune segnalazioni circa i livelli di carica della batteria ma vorremmo rassicurare tutti che tale anomalia non crea alcun problema di sicurezza". L'azienda ha anche aggiunto che i nuovi Galaxy Note 7, quelli cioè che rimpiazzano i modelli difettosi, sono assolutamente sicuri da usare e che "in condizioni normali, tutti gli smartphone possono avere sbalzi di temperatura".