Toshiba, IBM e Taiyo Yeden hanno annunciato di
voler dar vita questa primavera ad una società di servizi, che aiuterà
le aziende produttrici di dispositivi elettronici destinati al mondo della telefonia
mobile ad ottenere la certificazione Bluetooth.

Perchè un prodotto dotato della tecnologia
Bluetooth possa essere messo in commercio, le case produttrici devono infatti
ottenere una certificazione dal Bluetooth Special Interest Group, il consorzio
responsabile di questo standard e un’attestazione da parte delle Authority dei
paesi in cui sarà venduto.

Ricevere la certificazione ed essere quindi in
grado di apporre il logo Bluetooth sui propri prodotti è tuttavia anche
per le aziende del settore un procedimento lungo e complicato: vanno presentate
agli uffici competenti numerose domande ed ottenere la ratifica dei risultati
di una serie di test di laboratorio.

La nuova joint venture che Toshiba, IBM e Taiyo
Yeden si apprestano a costituire si occuperà di portare a termine queste
pratiche per conto dei propri clienti, che in questo modo saranno liberi di
concentrarsi sullo sviluppo di nuove soluzioni che prevedano l’impiego della
tecnologia Bluetooth.