I

danni fatti dal Galaxy Note 7 non si esauriscono solo nelle perdite di mercato, nella disaffezione dei consumatori, rimpolpata dalle sostituzioni dei device e depauperata dai rimborsi. Ci sono anche altri aspetti che connotano negativamente il corollario di problemi che l’azienda coreana si è prodigata di risolvere.

Samsung Galaxy Note 7
Samsung Galaxy Note 7

Samsung si farà carico di risarcire, infatti, anche i produttori dei componenti dello sfortunato Galaxy Note 7. In una dichiarazione ufficiale ha dichiarato che i fornitori saranno pagati anche per i componenti non finiti e saranno finanche coperti i costi impiegati per costruire queste parti.
L'azienda sudcoreana aveva stimato in circa 5 miliardi di dollari le perdite che avrebbe dovuto sostenere per chiudere il capitolo Note 7. A questo punto riteniamo che, con l'aggiunta del pagamento ai fornitori, le spese vadano ricalcolate.