Se la più grande paura degli utenti è che i potenti Samsung Galaxy Note 20 possano avere lo stesso tallone d’Achille di Galaxy S20 Ultra, c’è da stare tranquilli, almeno secondo le ultime indiscrezioni. Sembra che il colosso sud coreano farà largo uso del processore Qualcomm Snapdragon 865+ per risolvere ogni problema.

Galaxy Note 20 con Snapdragon 865+

Sebbene Ice Universe, il celeberrimo leaker autore dell’indiscrezione, non si dica ancora convinto dei 120Hz di refresh rate contemporanei alla risoluzion WQHD+, sembra più tranquillo a riguardo degli eventuali problemi della fotocamera che si sono verificati su Galaxy S20 Ultra: con l’utilizzo del SoC Qualcomm Snapdragon 865+, saranno completamente risolti.

Lo stesso leaker scherza sul fatto che Samsung avrebbe “mangiato” buona parte della produzione del chip, considerando che molto probabilmente lo utilizzerà su tablet e smartphone in arrivo il prossimo 5 agosto.

Infatti, secondo lui lo ritroveremo sull’intera gamma di Galaxy Note 20, sulla serie di Galaxy Tab S7, su Galaxy Fold 2 e anche su Samsung Galaxy Z Flip 5G. Per quello che riguarda i Note 20, tuttavia, c’è da precisare che il SoC di Qualcomm probabilmente non arriverà sulle edizioni commercializzate in Europa, dove ci sarà con ogni probabilità un chip Exynos (Exynos 992?).