La tradizione vuole che le popolazioni
mediterranee siano depositarie del sentimento della gelosia, che i partner vengano
spiati e seguiti in svariati modi. In realtà sembra proprio che a Taiwan le
cose siano molto più serie.

A causa dell’apertura all’economia
di mercato della vicina Cina, oltre un milione di taiwanesi ogni anno si recano
sul continente. Di questi, oltre i due terzi sono sospettati di tradire le proprie
consorti, una volta giunti in Cina. Per ovviare a tutto ciò, è stato progettato
un ingegnosissimo sistema. La partner regala un cellulare al proprio consorte,
che mai può immaginare che al suo interno vi sia un minuscolo chip che permette,
tramite un sistema trasmittente, di ascoltare tutto ciò che accade nelle vicinanze.

Il funzionamento è semplice. Vi
è un apposito codice da comporre, tramite ciò si entra in contatto diretto col
terminale e si può ascoltare tutto quello che viene detto, anche se il cellulare
non è in funzione. Anzi, se in questo momento si provasse ad effettuare una
telefonata, il cellulare sarebbe inutilizzabile. Di conseguenza il rischio di
far scoprire il segreto è alquanto elevato. Nonostante ciò, il chip sta andando
a ruba.

Attualmente un solo negozio di
Taipei, la capitale di Taiwan, lo vende, ma le richieste sono moltissime. Il
chip può essere installato in un nuovo telefono, oppure in uno già vecchio,
ma in questo caso si dovrà lasciare il cellulare nelle mani di un gruppo di
tecnici.