Netflix sta testando una funzione che permetterà agli utenti di disattivare il fastidioso pop-up “Stai ancora guardando?”; qualcuno ha anche definito la funzionalità “un giorno di malattia”.

Netflix: potrete disattivare la funzione ”stai ancora guardando?”

Il colosso dello streaming on-demand sta cercando di introdurre una feature che consentirà di disattivare il fastidioso pop-up che appare dopo aver visto tre episodi di fila di qualcosa; lo avete mai notato? Ci auguriamo di sì…

La funzionalità sembra essere stata testata per un po’ in alcune regioni e, nelle scorse ore, un portavoce di Netflix ha confermato a The Verge che questa è ancora in fase di test. Nelle ultime settimane, tuttavia, l’entusiasmo per tale opzione ha colpito i fan su Twitter e TikTok. C’è chi ha affermato:

È eccitante! Viene visualizzata una finestra che chiede se stai ancora guardando o se vuoi guardare senza chiedere di nuovo. Ipoteticamente, se state rivedendo How I Met Your Mother e non volete che Netflix vi interrompa ogni tre episodi, basterà premere “Riproduci senza chiedere di nuovo” e questo, permetterà di abbuffarvi di puntate fino a che non siate pieni delle puntate della nota sitcom.

Alla fine dei conti, il messaggio è molto utile; c’è tanta gente che si addormenta davanti al monitor con Netflix acceso e questo non è un bene per l’ambiente, per le bollette e per il nostro sonno. Allo stesso tempo, se si sta facendo una bella maratona di puntate (“Binge-Watching”, come si suol dire), invece, è alquanto fastidioso leggere quella notifica ogni 3×2.

D’altronde, cara Netflix, se vogliamo stare seduti sul divano per 12 ore di domenica per guardare tutta la quinta stagione di Lucifer, bhè, non c’è motivo di ricordarcelo ogni tre episodi. Saranno anche fatti nostri, giusto?

I colleghi di The Verge l’hanno soprannominatala funzione del giorno di malattia“, in quanto, quando si ha la febbre o si sta ammalati a casa, il Binge Watching è l’attività preferita delle persone, utile a far scorrere la giornata senza noia e concedendosi delle ore di puro relax in attesa della guarigione.

Fonte:The Verge