Netflix ha appena spiegato come utilizza l’intelligenza artificiale per suggerire agli utenti cosa guardare all’interno della piattaforma. Di fatto, sembra che “le macchine” possano avere un’idea migliore di ciò che potrebbe piacere agli spettatori.

Netflix: il successo di uno show deriva dai calcoli matematici

Se da un lato le decisioni di Netflix sul marketing dei suoi centinaia di programmi originali sembrano essere altamente calcolate… probabilmente è perché lo sono. L’azienda ha dichiarato come utilizza l’intelligenza artificiale per commercializzare gli show e le serie TV e prevedere il loro successo. In effetti, si tratta di trovare delle connessioni che determinino le probabili dimensioni del pubblico.

Il metodo si basa sull’apprendimento del trasferimento, in cui i parametri appresi da un “compito di origine” migliorano le prestazioni di un “compito di destinazione“. In questo caso, le attività di origine sono semplici: quali titoli sono paragonabili ad un “Netflix Original” e che tipo di spettatori può aspettarsi il servizio?

Per i confronti tematici, la società crea una “mappa di somiglianza” in cui l’IA utilizza i metadati, i tag e i riepiloghi di uno spettacolo per determinare i collegamenti ad altri titoli. La piattaforma ha anche un modello di intelligenza artificiale che confronta le dimensioni del successo di un titolo in un Paese con l’ipotetico risultato all’interno di un’altra nazione. Un esempio? Se è probabile che un film dramma vada bene in Spagna, Netflix potrebbe, non solo aumentare il marketing ad hoc nella regione, ma preparare in prima istanza i doppiaggi e i sottotitoli. I sistemi sono autogestiti e riescono ad accedere ad una gamma di show, serie TV, pellicole molto più ampia di quanto farebbero se fossero limitati alle sole informazioni rilasciate da Netflix.

L’intelligenza artificiale rende più facile per Netflix commercializzare un flusso di originali, tuttavia, elimina parte della soggettività che potrebbe danneggiare il successo di alcuni spettacoli. In poche parole, è l’AI che determina il successo di uno show/serie TV in base ad algoritmi matematici. Incredibile, vero?

Noi invece vi suggeriamo la visione di “Qualcuno salvi il Natale 2“, già disponibile all’interno del servizio di streaming on-demand. Perfetto per le imminenti feste in famiglia. Che ne pensate?

Fonte:Engadget