Il pagamento elettronico va prendendo piede sempre di più. A contribuire a questa affermazione è certamente l’uso che facciamo del telefonino, uno di quei pochi oggetti che sempre più gente porta ovunque con sé.

Così, a fianco di Android Pay, di Samsung Pay, Apple Pay e LG G Pay c'è un nuovo soggetto: anche Huawei infatti vuole essere della partita. Il gigante asiatico non vuole perdere terreno rispetto ai suoi concorrenti e, qualche settimana dopo lo sbarco di Apple Pay in Cina, annuncia il lancio di Huawei Pay.

Accordo tra Huawei e Bank of China
Accordo tra Huawei e Bank of China

L'8 marzo Huawei e Bank of China hanno siglato un accordo ufficiale di cooperazione che, però, non sorprende poi tanto gli attenti osservatori: all'indomani dell'arrivo di Apple Pay in territorio cinese, le voci dell'interessamento di Xiaomi, Huawei e ZTE alla cosa era stato prontamente riportato.
Huawei, in ogni caso, con questo accordo diventerà il primo tra questi a rilasciare il servizio di pagamento elettronico tramite smartphone in Cina.

Gizmochina.com si stupisce del fatto che Huawei abbia lanciato questo servizio in Cina, visto che da tempo sta pianificando lo spsostamento del suo business soprattutto fuori dai confini nazionali.
In ogni caso, la strada intrapresa sembra essere lastricata d'oro, visto l'alto numero (sempre in crescita) di utenti interessati al pagamento elettronico tramite telefonino.

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum