Per aggredire il mercato dei processori, Mediatek ha lanciato la linea Helio, suddividendola in due serie: la serie P (che descrive come avente «caratteristiche ottimizzate per garantire alla batteria alte prestazioni, con funzionalità di fascia alta per smartphone dal design super-sottile») e la serie X («costruita per «performance senza compromessi, stato dell’arte dell'esperienza multimediale»).

Al Mobile World Congress di Barcellona, Mediatek ha presentato il nuovo processore Helio P20 che, da test effettuati proprio da MediaTek, supera il suo predecessore (il P10) in quanto ad efficienza nei consumi e come potenza.
Costruito con processo FinFet a 16nm, include il supporto LPDDR4(X), ultimissimo tipo di memoria mobile di Samsung basato sulla stessa tecnologia usata sui terminali desktop.

Da test effettuati proprio da Samsung, questa tecnologia fornisce il 70% di banda in più rispetto alle memorie LPDDR3, riducendo di fatto in maniera significativa il consumo di energia, che dovrebbe tradursi, quindi, in prestazioni più fluide.

Chip MediaTek
Chip MediaTek

Il P20 è un octacore dotato di otto ARM Cortex-A53 con clock fino a 2,3GH, accoppiati a una GPU ARM Mali T880 MP2 con velocità di clock fino a 900MHz.
MediaTek ha, inoltre, incluso un esclusivo MediaTek imagiq ISP, progettato per semplificare e migliorare l'esperienza della fotocamera sui dispositivi ospite. Imagiq supporta sensori da 24 megapixel, fino a 24 frame al secondo con un ritardo dello scatto uguale a zero.

L'Helio P20 gode di un modem di ultima generazione, un WorldMode LTE di categoria 6 capace, teoricamente, di toccare i 300Mbps come velocità di download e 50 Mbps di upload.

Secondo MediaTek il P20 sarà disponibile sui dispositivi in commercio a partire dalla seconda metà del 2016.