"La sanzione da applicare alla società Wind Telecomunicazioni S.p.A. può essere determinata in misura pari a 31.100 €", questa è la conclusione a cui arriva l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato.

Un provvedimento adottato a seguito dei messaggi diffusi dalla società Wind Telecomunicazioni S.p.A. attraverso le pagine internet scaricabili dal sito wind.it.
Tali messaggi, secondo l’Autorità, risultano idonei ad indurre in errore i destinatari sulle caratteristiche e condizioni economiche dell’offerta relativa ai piani tariffari “Wind Senza Scatto New” e “Wind 12” con riferimento ai clienti provenienti dai profili Sempre Light, Sempre Light Wind e Wind 10 che sono stati oggetto di rimodulazione, nonché in relazione alle omissioni informative concernenti, nell’ipotesi di recesso del consumatore, la portabilità del numero telefonico presso un altro operatore ed il riconoscimento del credito residuo, pregiudicandone il comportamento economico.