WMS ha progettato uno smartphone molto interessante. Quello che salta subito all’occhio è ovviamente la caratteristica che lo distingue dal resto della pletora di smartphone presenti sul mercato: il Movi è, infatti, capace di proiettare quanto passa sullo schermo. Non è certo il primo smartphone a farlo. C'è, ad esempio, il Moto Z che, attraverso un modulo opzionale chiamato Moto Mod, si trasforma anch'esso in proiettore.
La differenza col Movi sta nel fatto che, in quest'ultimo, non c'è bisogno di accrocchi da collegare: il proiettore è bello e integrato.

Proiettore integrato
Proiettore integrato

Ma il Movi non si limita a questo. L'hardware non ha niente da invidiare a prodotti più blasonati: sotto il display da 5,2" (o 5,5") con risoluzione 1920×1080, pulserà il processore SnapDragon 821. Avrà 4GB di RAM e 64GB di memoria interna, fotocamera principale da 16 megapixel, scanner delle impronte digitali, USB di tipo C e una batteria incredibile da 5000 mAh. A suggellare il tutto, il sistema operativo firmato Google di fresca uscita, l'Android 7.0 Nougat.
Il lancio avverrà a fine novembre, il 28, a partire dal cyber monday.