La società taiwanese Compal Communications ha annunciato che le previsioni di 7 milioni di cellulari prodotti nel corso del 2003 dovranno essere abbassate radicalmente a poco più di 4 milioni a causa della congiuntura economica negativa per la Seconda Guerra del Golfo e per l’epidemia di SARS. In particolare la diffusione in Cina della polmonite atipica ha indotto le autorità cinesi a annullare la settimana di vacanza tipica per il primo maggio, definita la settimana d’oro per lo shopping in Cina e basilare per le vendite di ogni tipo di bene ausiliario.

Compal attualmente produce terminali per conto di due ditte cinesi, Haier e Konka, e per Motorola e Panasonic. La casa americana, però, per la quale Compal realizza l’E360, ha annunciato che il sostituto di questo cellulare, l’E365, sarà rimandato a luglio. Anche la produzione del nuovo Panasonic G60 partirà solo da giugno, mentre lo smart phone AR-11 attualmente non è stato adottato da alcun operatore mobile, al contrario dei prodotti di HTC, e ne sono stati venduti solo 3000 esemplari. A dispetto delle previsioni negative, però, Compal ha anche annunciato che aprirà un nuovo stabilimento in Cina, anche se piuttosto che realizzarne uno ex novo o comprarlo preferirà prenderlo in affitto.