Microsoft Corp. ha annunciato i risultati fiscali relativi al quarto trimestre 2014 finito lo scorso 30 giugno, mostrando una condizione economico-finanziaria particolarmente positiva. Wall Street aveva previsto un profitto netto superiore, ma i ricavi al di sopra delle aspettative hanno ribaltato il giudizio.

I ricavi sono stati di 23.38 miliardi di dollari, portando il valore annuo a 86.8 miliardi, il margine lordo ha raggiunto il valore di 15.79 miliardi, il risultato operativo di 6.48 miliardi e l’utile diluito per azione è stato pari a 0.55 dollari.

All’interno di queste cifre bisogna tenere conto dell’acquisizione di Nokia Devices and Services, che ha generato un ricavo di 1.99 miliardi di dollari, un margine lordo di 54 milioni, un risultato operativo di 692 milioni ed un utile diluito per azione di 0.08 dollari.

Microsoft

Siamo impegnati in attività produttive e di realizzazione di piattaforme per il mondo mobile e cloud, e stiamo guidando la crescita con decisioni disciplinate, audace innovazione ed esecuzione mirata”, ha affermato Satya Nadella, CEO di Microsoft. “Sono orgoglioso che le nostre mosse aggressivi verso il cloud stiano ripagando – i nostri ricavi commerciali sul cloud sono raddoppiati ancora quest’anno fino ad un tasso di crescita di 4.4 miliardi di dollari all’anno”.

Le nostre attività solide e la disciplina nelle spese ci ha permesso di ottenere una chiusura forte dell’anno fiscale”, ha detto Amy Hood, Executive VP e CFO di Microsoft. “Entrando nell’anno fiscale 2015, siamo concentrati sull’allineamento delle nostre risorse verso investimenti strategici che crediamo portino alla prossima ondata di innovazioni, crescita e valore a lungo termine per gli azionisti”.

Nel report pubblicato, Microsoft individua nei servizi cloud il principale driver della crescita, con Office 365 in forte espansione grazie al milione di iscritti nel trimestre che porta a 5.6 milioni gli utenti complessivi.

I ricavi provenienti dalle pubblicità su Bing sono in crescita del 40%, e il motore di ricerca di Microsoft ora può vantare un market share del 19.2% negli Stati Uniti.

Nonostante le difficoltà, anche Surface 3 ha contribuito alla generazione dei ricavi per 409 milioni di dollari, così come le vendite di console Xbox e PC.

Per ciò che riguarda il settore mobile, Windows Phone ha registrato un incremento del 95%, grazie alla vendita di 5.8 milioni di smartphone Lumia e di 30.3 milioni di feature phone.

I costi sono stati pari a 1.93 miliardi di dollari, generando così un margine lordo di 54 milioni di dollari.

Microsoft

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum