I brand del lusso e dell’alta moda guardano sempre più agli accessori hi-tech. Dopo TAG Heuer e il suo Connected, anche Michael Kors ha sviluppato uno smartwatch, anzi due. La nuova linea di orologi intelligenti con OS Android Wear prende il nome di “Access Collection” e comprende appunto due modelli di smartwatch, simili nella configurazione hardware ma differenti nell’aspetto.

Michael Kors Access Collection
Michael Kors Access Collection – Per lei

Il primo, che sembrerebbe destinato principalmente ad un’utenza femminile, ha cassa e cinturino in metallo dorato, mentre il secondo, dall’aspetto sportivo, dotato di cassa in metallo nero e cinturino di gomma nera, è destinato all’utenza maschile. Ad ogni modo, pare che l’utente possa cambiare il cinturino in autonomia e molto facilmente su entrambe le versioni – oltre il metallo e la gomma, sono già previsti anche bracciali in pelle.

Michael Kors Access Collection
Michael Kors Access Collection – Per lui

La personalizzazione comunque non si ferma qui. Kors ha infatti disegnato anche delle originali watch face per i suoi primi orologi smart, facce che comunque si vanno ad aggiungere a tutte le altre installabili sui dispositivi governati dallo stesso sistema operativo. Nella cassa metallica dell’orologio è incastonato un display circolare di tipo touch. La corona posta tradizionalmente ad ore 3 è di metallo e porta le iniziali del brand (MK). Un logo è inciso anche sul congegno che serve da chiusura per il cinturino.

Per il momento non si hanno molte altre informazioni tecniche sul device, non sappiamo dunque quale processore lo animi, né quanta sia la RAM o lo storage a sua disposizione. Buio totale anche sul diametro del display, sui sensori a bordo e sull’amperaggio della batteria. Possiamo solo presumere che possieda quelle funzioni di base tipiche ormai di ogni smartphone che funziona grazie ad Android Wear.

La linea Michael Kors Access Collection è stata presentata ieri, durante il Baselworld 2016 – il salone mondiale dell’orologio che si tiene ogni anno in Svizzera – ma non vedrà la luce prima dell’autunno 2016. Il prezzo base di ogni modello è 395 dollari, ossia circa 350 euro al cambio attuale.