Il primo iPhone, la versione EDGE, per quanto abbia da subito riscosso un forte successo, ha subito mostrato un suo limite o caratteristica, ovvero il non essere assolutamente uno smartphone per il business. Infatti, per quanto il browsing e le esperienze multimediali fossero senza paragoni, tuttavia il confronto, per il segmento professional users, era perdente contro marchi come Nokia, HTC e soprattutto RIM, e non solo per l’assenza di una tastiera QWERTY.
Con il nuovo iPhone 3G, Apple ha parzialmente colmato questa lacuna, con l'aggiunta di alcune feature che hanno nel complesso migliorato il giudizio sotto questo punto di vista; intendiamo il calendario, tra i migliori in termini di velocità, leggibilità e facilità d'uso.
Tuttavia la caratteristica che ha dato un reale valore aggiunto al nuovo iPhone 3G, dal punto di vista di un utente business, è il supporto per il Exchange Server, che pone lo smartphone in contatto continuo con la rete, garantendo un immediato accesso alla posta elettronica.

Apple iPhone 3G
Apple iPhone 3G


Outlook Express di Microsoft, o iCal di Mac, possono interagire tranquillamente con il nuovo iPhone 3G, sincronizzandosi secondo lo scheduling giornaliero; certo dal punto di vista della qualità, che in quest'area si misura come tempo necessario al push per rendere le mail arrivate effettivamente apribili, il paragone con il BlackBerry è ancora inattuabile, ancor più alla luce delle nuovi soluzioni di RIM in tema di allegati e-mail di grandi dimensioni, ma dalla sua l'iPhone ha di certo una ineguagliabile
semplicità d'uso.
Altro fattore importante per chi utilizza il telefonino per affari è il problema della connessione; infatti quando ci si trova a prendere tre aerei a settimana, e passare da un Paese all'altro con una sempre diversa copertura telefonica, è importante la flessibilità con cui lo smartphone risponde alle sollecitazioni del roaming, che non si limita soltanto al traffico voce, che è il più facile da supportare, ma soprattutto investe al connessione dati, visto che non sempre è banale il passaggio tra APN diversi; anche da questo punto di vista il nuovo iPhone 3G si fa onore, essendo perfettamente in grado di supportare quattro diversi tipi di GSM e tre di UMTS.