Secondo Richard Lee di Wind River, le piattaforme Linux-based nei prossimi anni si affermeranno sul mercato grazie alla LiMo (Linux Mobile) Foundation e all’Open Handset Alliance (OHA) che ricopriranno un ruolo sempre più importante nella telefonia mobile, tanto da dominare il mercato nel 2012-2013.

Citando i dati di ABI Research, Strategic Analysys ed altre società, Lee ha detto che i dispositivi basati su Linux avranno un tasso annuale medio di crescita del 44-70% nei prossimi anni, con una prospettiva di raggiungere i 130-200 milioni di unità entro il 2012, ovvero circa il 25% del mercato smartphone a livello mondiale.
In particolare, il mercato dei telefoni basati su Android dovrebbe aggirarsi attorno ai 97 milioni di unità entro il 2012.