Torniamo a parlare dello Zuk Z1, il primo smartphone del nuovo brand finanziato da Lenovo e dalla software house Qihoo 360. Dell’apparecchio è stata finalmente resa nota la data di lancio ufficiale: l’8 agosto. In tale data la neonata azienda cinese terrà infatti una presentazione durante la quale mostrerà al mondo la sua prima creatura.

Ma cosa sappiamo al momento dello Zuk Z1? Innanzitutto che sarà un phablet di fascia alta gestito da Android (Lollipop 5.1), ma in versione Cyanogen OS 12.1, ossia quell’edizione dell’OS Google messa a punto dall’azienda fondata e gestita da Mitch Lasky. L’accordo con Cyanogen suggerisce che Zuk ha probabilmente intenzione di puntare sulla nicchia di quegli utenti che vogliono poter personalizzare da cima a fondo il proprio apparecchio.

Zuk Z1
Zuk Z1

Usiamo il termine “phablet” perché lo Z1 sarà dotato di uno schermo parecchio grande: 5,5 pollici di diagonale. Sconosciuta al momento la risoluzione, ma difficilmente sarà inferiore al FullHD (1920×1080). A bordo troveremo anche una batteria molto capiente, in grado di stoccare più di 4.000 mAh di energia, e U-Touch: un sistema innovativo per la scansione e il riconoscimento delle impronte digitali del proprietario, integrato nel tasto “Home”.
Altra caratteristica interessante di questo cellulare 4G sarà la possibilità di funzionare su 7 differenti bande di tipo LTE: 1, 3, 7, 38, 39, 40 e 41. Ma di certo lo Zuk Z1 farà parlare di sé perché avrà qualcosa che è ancora una novità per il mondo degli smartphone: il connettore USB di tipo C per la ricarica e il trasferimento di dati.

Dentro la scocca il cervello che gestirà l’insieme delle funzioni del device sarà un processore Snapdragon 810 (il modello di punta di Qualcomm, seppur tanto chiacchierato), sostenuto da 3GB di memoria RAM e 32GB di memoria di massa. Abbastanza buono dovrebbe essere anche il comparto fotografico, formato da un sensore principale da 13 megapixel: qualcuno dice persino prodotto da Sony.

Il prezzo dello Zuk Z1 – che sarà acquistabile da settembre attraverso il sito di e-commerce cinese JD.com – non dovrebbe essere particolarmente alto: si aggirerà intorno ai 300 dollari.

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum