Dopo aver acquisito Motorola nel 2014, Lenovo continua ad attaccare la fascia bassa del mercato. Sebbene il suo nuovo prodotto potrebbe non arrivare mai in Europa, vale comunque la pena buttarci un occhio perché è rappresentativo della strategia più ampia dell’azienda cinese.

Sebbene il nuovo A1900 sia un telefono Android dotato di specifiche tecniche perlopiù già viste e poco intriganti, il suo prezzo di lancio di 60 dollari potrebbe far passare più di un compromesso. Ad esempio, si può storcere il naso nel vedere uno schermo da 4 pollici a risoluzione 800×480, una soluzione, comunque, ancora abbastanza usata.

Lenovo A1900
Lenovo A1900

Gli esempi di Motorola Moto G e Xiaomi RedMi rientrano in una fascia leggermente superiore a quella a cui il Lenovo A1900 si rivolge: chi cerca il suo primo smartphone oppure un secondo dispositivo per il lavoro. La possibilità di usare due SIM contemporaneamente, inoltre, può essere una caratteristica extra da non sottovalutare.

Sotto la scocca spessa 9,5 mm, A1900 integra un processore quad-core da 1,2 GHz SC7730, 512 MB di RAM, 4 GB di memoria interna espandibile tramite schede microSD, fotocamera priva di flash, connettività 3G e batteria da 1.500 mAh. Un dispositivo abbastanza "vecchio" per il design hardware che lo contraddistingue, ma il A1900 non si rivolge a un pubblico esigente in termini di tecnologia e prestazioni.
 
A un prezzo simile è in vendita ad esempio il Lumia 430, anch'esso dual SIM, che include anche 1 GB di RAM e 8 GB di memoria interna. Anche il telefono Microsoft, comunque, non è destinato al mercato occidentale, dov'è invece disponibile il Lumia 435. Un'altra alternativa, questa volta in vendita anche in Italia, è il Motorola Moto E, che integra uno schermo da 4,3 pollici a risoluzione 960×540, 1 GB di RAM e una batteria da 1.980 mAh.