Verizon vuole essere il primo operatore mobile a lanciare globalmente il servizio 5G, nella fatispecie negli Stati Uniti. AT&T, T-Mobile e Sprint, gli altri tre grandi vettori statunitensi, sicuramente seguiranno l’esempio di Sprint proponendo le proprie soluzioni 5G. Questo, tuttavia, non dovrebbe accadere prima della fine del decennio in corso. Il 5G ha infatti ancora una lunga strada da percorrere prima che sia pronto per l'uso commerciale. Le tecnologie di rete devono ancora essere definite e standardizzate, lo spettro wireless deve essere assegnato e l'hardware ha ancora bisogno di essere sviluppato per bene. Tutto questo richiede appunto tempo e risorse.

5G
5G

Se tutto comunque va secondo i piani, una rete 5G di prova potrebbe essere pronta in tempo per le Olimpiadi invernali del 2018 in Corea del Sud. In pratica, si tratterà di una specie di test-drive della nuova tecnologia in condizioni reali. Una rete 5G commerciale standardizzata dovrebbe essere invece lanciata in tempo per le Olimpiadi estive del 2020 in Giappone. A quel punto, le reti 5G dovrebbero essere anche installate e funzionanti in Corea del Sud e Cina. Per quanto riguarda gli Stati Uniti, tutti e quattro i principali operatori hanno già iniziato a testare e provare le capacità delle tecnologie wireless di quinta generazione. Il 5G, tuttavia, anche in USA non sarà disponibile per le masse prima del 2020.

5G, differenze di velocità
5G, differenze di velocità