La nuova generazione di batterie sarà in grado di caricare un dispositivo fino a 10 volte più velocemente delle celle energetiche agli ioni di litio.

Le batterie next-gen caricheranno in un “flash”

Nel mondo moderno, le batterie agli ioni di litio sono essenzialmente ovunque e possono alimentare le più disparate forme di prodotti tecnologici, come smartphone, notebook, prodotti indossabili e molto altro ancora.

Nonostante questo tipo di batteria sia utilizzato praticamente universalmente nei prodotti di elettronica di consumo, la tecnologia è lungi dall’essere perfetta, secondo un rapporto di ScienceAlert.

Per chi non lo sapesse, le prestazioni delle batterie agli ioni di litio si degradano nel tempo. Questo potrebbe anche portare a determinati difetti nelle celle della batteria e al surriscaldamento che, a sua volta, potrebbe causare pericoli come incendi e altri danni. In passato, le aziende hanno persino dovuto ritirare i prodotti a causa di tali problemi (Galaxy Note7 vi dice nulla?)

Ma adesso, i ricercatori in Russia hanno sviluppato un nuovo tipo di cella che, a detta loro, può caricare circa dieci volte più velocemente delle batterie agli ioni di litio esistenti. Questo significativo aumento delle tariffe di ricarica potrebbe potenzialmente offrire enormi vantaggi in termini di risparmio di tempo se alla fine arrivasse nei gadget di consumo.  Secondo il ricercatore di elettrochimica Oleg Levin dell’Università di San Pietroburgo:

Una batteria prodotta utilizzando il nostro polimero si ricarica in pochi secondi, circa 10 volte più velocemente di una tradizionale batteria agli ioni di litio. Ciò è già stato dimostrato attraverso una serie di esperimenti.

Questo nuovo tipo di batteria è costituito da una sorta di polimero redox a base di nitroxile, che è realizzato con un  materiale che può subire ossidazione e riduzione reversibile quando si scarica e si carica. Durante i test, i ricercatori hanno esplorato una serie di diversi tipi di polimeri, ma la chimica NiSalen è stata l’unica che si è rivelata stabile ed efficiente. Tuttavia, la batteria è ancora “in ritardo in termini di capacità, dal 30 al 40 percento in meno rispetto alle batterie agli ioni di litio“. Sfortunatamente, non sappiamo se vedremo mai questa tecnologia su smartphone, tablet, PC.

Fonte:ScienceAlert