L’iPhone, si sa, sta suscitando grande interesse attorno a sé.
Se l’Apple è riuscita a presentare un prodotto che per certi aspetti risulta essere innovativo, le altre case costruttrici sembrano presentare valide alternative per contrastare il prodotto della mela morsicata.

L’ennesima sfida lanciata al costruttore statunitense arriva dal Giappone, dove ha fatto il suo ingresso un apparecchio davvero interessante.

Si chiama Sophia Nani ed è caratterizzato da uno schermo "enorme", infatti misura ben 4,3", è di tipo touchscreen TFT ed ha una risoluzione di 400 x 800 pixel.
È supportato da un processore RMI Alchemy Au1250 di 600 Mhz e il sistema operativo adottato è Windows CE.
È un terminale che supporta la connettività Wi-Fi 802.11 b/g, è umts e hsdpa, vanta una fotocamera frontale con risoluzione VGA e come l’iPhone non è dotato di tastiera fisica.
Tuttavia, nonostante diversi pregi, si segnala la mancanza di una memoria fissa, al suo posto c’è solo la presenza di uno slot Micro SD card.

Sophia Nani, come spesso accade, è pensato e destinato solo al mercato del sol levante.

Sophia Nani
Sophia Nani