Una ricerca effettuata dalla società specializzata Isurus Market Research, per conto di NMS Communications ha mostrato come gli utenti mobili siano sempre più attenti alla qualità audio delle telefonate e di come questa qualità possa far cambiare operatore.

Finora i gestori si sono poco interessati di questo problema, puntando soprattutto sui piani tariffari, la copertura del territorio, i nuovi servizi a valore aggiunto. Eppure il 72% degli oltre 450 intervistati negli USA hanno risposto che farebbero sicuramente più telefonate se la qualità audio fosse di livelli più elevati soprattutto in condizioni di forte rumore esterno, come l'auto, i locali pubblici, per strada. Oltre il 61% ha anche affermato, dopo aver testato una telefonata effettuata su di una rete dotata di nuovi dispositivi per aumentare la qualità audio, di essere pronto a cambiare gestore per poter usufruire di questa qualità.

Migliorare l'audio delle telefonate sarà terreno di scontro tra operatori, soprattutto con il diffondersi di nuove apparecchiature di rete che eliminano o riducono di molto i rumori di fondo ed i disturbi tipici della comunicazione mobile. Oltre il 25% degli utenti si dice disposto a pagare di più per avere una qualità audio superiore, mentre il 38% afferma che le telefonate effettuate con il cellulare non si avvicinano minimamente come qualità a quelle effettuate con il telefono fisso. La maggioranza degli intervistati, però, avverte questi problemi come una limitazione della tecnologia mobile e non sa che con alcuni semplici accorgimenti tecnici da parte dei gestori la qualità audio delle attuali reti mobili può essere enormemente migliorata.