La Banca Popolare di Vicenza e Telecom Italia hanno
siglato ieri un protocollo d’intesa per lo sviluppo congiunto di servizi di
virtual banking, che porteranno presto gli sportelli bancari in tutti i computer
collegati ad Internet e nei telefoni cellulari WAP.

Telecom Italia, oltre ad entrare nei limiti consentivi
dalle normative attuali nel capitale di Banca Idea (la banca virtuale multicanale
che fa capo alla Popolare di Vicenza), metterà a disposizione la propria
esperienza per quanto riguarda le tecnologie SMS, WAP, webphone e TV interattiva
che saranno impiegate nei nuovi servizi bancari.

Roberto Colaninno, presidente ed amministratore
delegato di Telecom Italita, si è detto soddisfatto del nuovo accordo.’Nell’era
della new economy – ha commentato Colaninno – le banche sono sempre più
consapevoli dell’importanza che le telecomunicazioni e le nuove tecnologie rivestono
per la crescita e lo sviluppo dei servizi alla clientela. In Telecom Italia
trovano un partner ideale per completezza di soluzioni, innovazione e competenze’.

‘La strategia che perseguiamo – ha dichiarato Gianni
Zonin, presidente del Consiglio di amministrazione della Banca Popolare di Vicenza
– privilegia in particolare gli investimenti tecnologici e informatici, proprio
per aggredire le aree del virtual banking e dell’e-commerce, senza per questo
abbandonare l’attività di intermediazione con le famiglie e le imprese tramite
il canale tradizionale delle filiali. L’accordo con un partner del prestigio
di Telecom Italia conferma appieno il nostro intendimento di conseguire in tale
ambito i migliori risultati’.