Quello dei costi di ricarica è un problema molto sentito dai consumatori italiani e su cui si è dibattuto molto negli ultimi tempi.
Questa sorta di ‘balzello’ infatti, lo troviamo solamente in Italia e, considerando l’elevatissima quota di mercato che hanno da noi le schede ricaricabili, è un onere non da poco per tutti i consumatori, oltretutto mai ben giustificato dagli operatori.
Recentemente è stata proposta una petizione on line per richiedere l’interessamento della Commissione Europea, raggiungibile cliccando qui, a cui hanno aderito più di 38.000 persone.
Negli ultimi giorni è anche arrivata anche la notizia dell’avvenuto interessamento della UE che, in una lettera indirizzata ad Andrea D’Ambra, autore della petizione, ha dichiarato l’avvenuta presa di contatto con le autorità italiane per risolvere la questione.

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum