Wind ha annunciato che a partire dal prossimo mese di novembre tutte le mail attualmente gestite dal Portale Libero, ovvero i suffissi @libero.it, @inwind.it, @iol.it, @blu.it, saranno scaricabili con programmi esterni di client mail POP/IMAP, come Microsoft Outlook, Microsoft Outlook Express, Eudora, etc. unicamente se si utilizza una connessione Internet di Wind, sia essa ADSL, GPRS, GSM o analogica. La consultazione tramite Web resterà la medesima, mentre se si attiveranno i servizi a pagamento MailXL e MailL, disponibili per tutte le caselle del Portale Libero, si potrà continuare a scaricare la propria posta anche non utilizzando una connessione Wind.

La scelta di Wind appare del tutto ingiustificata, soprattutto per quei clienti di Libero, IOL e Blu che nulla o poco avevano a che fare, nel momento della sottoscrizione della propria casella e-mail, con Wind e che si sono ritrovati assorbiti nella azienda controllata da ENEL. La speranza è che Wind, dietro la marea di proteste che stanno giungendo da tutti gli utilizzatori delle mail del Portale Libero, annulli la deprecabile decisione e torni sui suoi passi, offrendo libero accesso alle caselle di posta a prescindere dal provider Internet utilizzato.