La Commissione europea ha aperto un’indagine nei conftonti di Samsung per verificare se la società coreana ha utilizzato licenze di brevetti sottoposti ai cosiddetti standard FRAND nelle cause aperte contro Apple. 

 

Lo standard FRAND (equo, ragionevole e non discriminatorio) si applica a quei brevetti ritenuti "fondamentali" a cui non può essere negata la concessione della licenza d'uso. I detentori di standard essenziali, infatti, al fine di evitare un monopolio, hanno l'obbligo di darli in licenza a terze parti secondo termini "ragionevoli". Il titolare di un brevetto "FRAND", quindi, può chiedere un euqo compenso ma non può avanzare richieste eccessive o tentare di ottenere il ritiro di un prodotto fino a quando la controparte è disposta a firmare un accordo.

Qualora l'indagine contro Samsung avesse esito positivo, potrebbero essere completamente ritirate tutte le richieste avanzate contro Apple. L'indagine sta valutando i brevetti che Samsung sostiene siano "essenziali per le comunicazioni wireless." Samsung ha affermato che collaborerà pienamente. 

Apple, dal canto suo, sostiente che i costi di licenza che Samsung sta richiedendo sono esorbitanti e irragionevoli e se la Commissione europea riterrà vera questa affermazione, Samsung starebbe violando gli standard FRAND.

La battaglia dei brevetti tra Apple e Samsung