L’ Unione Europea si è detta convinta che per un
lancio con successo dei nuovi servizi 3G sia cruciale l’adozione del nuovo protocollo
IPv6 per l’assegnazione di indirizzi IP. L’ EU ha anche istituito un’apposita
task force per garantire lo sviluppo di un piano apposito per un celere lancio
del sistema entro la fine del 2001.

La Commissione Europea in uno studio afferma che
con l’aumento delle connessioni Internet ed il lancio dei nuovi sistemi 3G,
l’attuale versione IPv4, farà finire gli indirizzi IP disponibili prima del
2005. Inoltre l’ Unione Europea deve tenere fede quanto detto alla Conferenza
di Lisbona dello scorso anno, dove si è deciso che l’ Europa dovrà essere uno
dei punti di riferimento per la legislazione nel settore delle nuove tecnologie
della comunicazione.

Un collo di bottiglia come la mancanza di nuovi
indirizzi IP sarebbe un altro dei tanti ostacoli che sta incontrando lo sviluppo
dei nuovi sistemi 3G. La Commissione Europea è certa che entro giugno si arriverà
ad un via libera definitivo.