Kodak prova a rinascere dalle sue ceneri, ripartendo dal mercato degli smartphone. Al CES 2015 l’ex-colosso americano della fotografia ha portato la sua ultima creatura: un telefonino Android. Scelta banale? Forse, ma guardiamo in dettaglio l’apparecchio.

 

Kodak IM5
Kodak IM5

 

Il primo smartphone di Kodak – che è stato realizzato in collaborazione con il (poco noto) produttore Bullitt Group – è un dual-SIM denominato IM5. Lo schermo IPS full HD da 5 pollici, la memoria da 8 GB (espandibile sino a 32 GB attraverso una scheda microSD) e la RAM da 1 GB sono specifiche ormai riscontrabili in tanti modelli di smartphone. Ciò che invece merita attenzione è la fotocamera posteriore da 13 Megapixel (ovviamente con autofocus e flash LED) e un’app appositamente sviluppata che – stando a quanto dichiarato da Kodak – dovrebbe rendere molto semplice per l’utente l’editing, la stampa e la condivisione delle foto scattate. 

 

Kodak IM5 - fonte CNET
Kodak IM5 – fonte CNET

 

Ed è proprio qui, dunque, ossia nel voler tenere in grande considerazione le funzioni fotografiche, che si vede il contributo di questo glorioso brand, tanto importante per la storia della fotografia. Anche la fotocamera frontale da 5 Megapixel indica particolare attenzione per l’utenza che fa grande uso di selfie o che comunque richiede immagini di qualità anche per gli autoscatti. 

 

Kodak IM5 - fonte CNET
Kodak IM5 – fonte CNET

 

Non abbiamo ancora avuto modo di prendere in mano questo device, ma chi l’ha visto da vicino dice che la sua interfaccia grafica è parecchio semplice ed intuitiva, in particolar modo lo sono il launcher e l’home screen. A gestire il tutto troviamo un processore davvero notevole: un ARM da otto core con clock a 1,7GHz – probabilmente un MediaTek modello MT6592, ma non ne abbiamo certezza.

Al momento del lancio su questo telefono troverete Android in versione 4.4 (KitKat), anche se pare che in poco tempo l’OS verrà aggiornato alla 5 (Lollipop) – tuttavia il produttore non ha comunicato una data precisa per l’update.

Oltre al Play Store, l’IM5 darà all’utente la possibilità di accedere anche ad un altro market, ossia uno store che conterrà solo app selezionate e ovviamente perfettamente eseguibili sul dispositivo. Un’app in particolare merita attenzione: quella che permetterà all’utente di accedere allo smartphone da remoto e quindi di funzionare come qualsiasi "remote desktop manager".

Nel design – parecchio pulito – questo nuovo cellulare ricorda un po’ gli iPhone delle passate generazioni, soprattutto per gli angoli smussati. Ciò detto, la cosa più importante per il nuovo IM5 è di certo il prezzo: 229 euro. È un prezzo molto competitivo, per il quale difficilmente si trovano altri prodotti analoghi in circolazione. Kodak, e il suo partner Bullit, hanno deciso di vendere il loro primo smartphone in Europa a partire dalla fine di marzo 2015. Negli Stati Uniti e nel resto del mondo, invece, l’apparecchio sarà venduto qualche tempo dopo per circa 250 dollari.

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum