I produttori del lontano Oriente sono seriamente intenzionati a sfruttare Android fino a fondo, nelle molteplici forme che può assumere. Alcune aziende stanno provando a ideare dispositivi originali, device ibridi o altre soluzioni inedite nel tentativo di creare dal nulla nuovi segmenti di mercato. Si prenda ad esempio la cinese JCG; questa società di Shenzhen ha sviluppato un apparecchio ibrido che svolge ben tre funzioni: router, tv box e NAS.

L’apparecchio – che prende il nome di Hacker H3 – viene definito “smart home gateway”, cioè funge da hub per le varie funzioni digitali che sono richieste ad una vera “casa smart”. In altre parole è un dispositivo per controllare tutto ciò che c’è di elettronico sotto il nostro tetto.
Nell’aspetto non differisce molto dai vari scatolotti da collegare alle tv, eccezion fatta per le dimensioni un po’ generose. Si tratta di un semplice box bianco con i bordi alquanto stondati. A dirla tutta, il design della sua parte superiore ricorda vagamente lo stile del Nest Protect, quel device smart americano che individua la presenza di fumo in casa.

JCG Hacker H3
JCG Hacker H3

Per quanto riguarda la funzione di router wireless, l’H3 può trasmettere dati sino a circa 1.200Mbps in dual band – nonostante all’esterno non presenti alcuna antenna fisica; per la precisione il suo segnale 2,4G può arrivare a 300Mbps, mentre quello di generazione 5G si spinge sino a 865Mbps. Per la tv-box è stato scelto un processore quadcore Amlogic S905 a 64 bit (cloccato a 2,02GHz) e Android come OS – fortunatamente già in versione 5.1 Lollipop. Grazie anche alla GPU Mali 450 integrata nel SoC, l’apparecchio può riprodurre video ad alta risoluzione – sino a 4K @ 60fps – anche quelli codificati con lo standard H.265. Il NAS integrato inoltre può contenere un hard disk da 2,5 pollici davvero capiente, in grado di arrivare fino ad uno storage totale di 6TB.

Sul pannello posteriore del JCG Hacker H3 troviamo: due porte USB, una porta HDMI, due porte LAN, una WAN, un’uscita per l’audio in formato mini-jack standard da 3,5mm e ovviamente l’ingresso di alimentazione. A ciò si aggiunga anche il minuscolo foro per il reset del device. Sulla parte frontale invece è presente solo un grosso tasto di accensione (tono su tono).

Ciò che ha dell’incredibile è il suo prezzo; all’ingrosso infatti l’Hacker H3 viene venduto da JCG per soli 99 dollari (circa 91 euro), a patto che il compratore ne ordini almeno 500 pezzi.