Foxconn ha acquistato 1.200 acri in India: nelle sue intenzioni c’è quella di gestire fabbriche che costruiscano iPhone.
La notizia fa scaplore, considerando che Foxconn aveva chiuso il suo impianto in India dopo la fuoriuscita di Nokia dal paese asiatico.
La multinazionale cinese prevede di aprire una dozzina di impianti entro il 2020. Manca poco alla firma col governo indiano: una volta siglata, avrà il tempo di installare le fabbriche produttrici di iPhone nel giro di 18 mesi.

iPhone 6s
Tra qualche anno sarà Made in India

La notizia arriva proprio in un momento in cui Apple è molto interessata a rafforzare i suoi rapporti col mercato indiano: la società di Cupertino, infatti, ha annunciato la sua intenzione di investire 25 milioni di dollari in un nuovo complesso di uffici in India che porterà 4.500 posti di lavoro.
Ma Foxconn non è la sola ad avere questi propositi. Tra i fornitori di Apple che stanno meditando di aprire stabilimenti in India c'è anche Pegaltron, un suo diretto concorrente.