Secondo quanto si apprende, sembra che Apple stia continuando a sviluppare una tecnologia di visualizzazione non tradizionale per la cerniera del suo futuro iPhone pieghevole. Da quanto si legge in rete, pare che questa sia in grado di aprirsi ed espandersi lungo i punti di articolazione al fine di offrire un’esperienza d’uso priva di “pieghe”, vero cruccio degli attuali foldable 2019-2020.

iPhone pieghevole: un brevetto descrive le potenzialità della cerniera a scorrimento

Il lavoro di Apple sulla tecnologia dei display pieghevoli non è di certo un segreto a causa della sfilza di domande di brevetto correlate che ha presentato in questi ultimi mesi. Alcuni di questi patent infatti, descrivono in dettaglio dei display a scorrimento che si espandono, piuttosto che pannelli che si aprono e chiudono. In una domanda di brevetto pubblicata il 3 dicembre e intitolata “Dispositivi elettronici con display espandibili pieghevoli“, la società continua il suo sviluppo con molti più dettagli sulle potenziali strutture dei cardini.

Il primo documento, che è stato depositato per la prima volta nel febbraio 2020, descrive un telefono pieghevole piegato ad angolo retto. In particolare, la figura correlata, mostra una nuova struttura di cerniera con più sistemi di collegamento ma con un solo giunto di articolazione.

Attenzione: questa è solo una delle tante soluzioni che l’azienda starebbe ricercando. Il testo del brevetto indica inoltre che le strutture delle cerniere potrebbero includere “denti di ingranaggi, cinghie e / o altre strutture di sincronizzazione del movimento” e potrebbero anche presentare “membri che si muovono l’uno rispetto all’altro durante la flessione“. Questi elementi mobili potrebbero però compromettere barre e collegamenti con superfici portanti curve opposte, comprese quelle di arresto che “impediscono una rotazione eccessiva delle barre e dei collegamenti l’una rispetto all’altra“. Questi giunti potrebbero ruotare attorno a un punto di articolazione che si trova all’interno di un display senza che la struttura a cerniera effettiva “risieda nello spessore del display“.

Il brevetto richiama anche altri display espandibili o estraibili, osservando che un dispositivo con “strutture di alloggiamento che supportano movimenti di piegatura, movimenti di scorrimento, movimenti di scorrimento e / o altri comportamenti” potrebbe fornire più spazio sullo schermo per gli utenti in un device dalle dimensioni compatte.

Dall’analisi del documento si evince che Apple non sembra limitare la tecnologia del display ai soli iPhone. Si legge che la tecnologia pieghevole o espandibile potrebbe essere applicata ad una serie di diversi tipi di prodotti, inclusi braccialetti, laptop, occhiali, occhiali,  articoli all’interno delle autovetture e molto altro ancora. “La rappresentazione del dispositivo come uno smartphone è solo un esempio“, aggiunge il brevetto.

Il patent porta i nomi di: Owen D. Hale, Tatsuya Sano, Chang-Chia Huang, Yasmin F. Afsar, Hoon Sik Kim e Michael B. Wittenberg.

Fonte:USPTO