Secondo uno studio di iSuppli, nel mercato statunitense l’Apple iPhone è risultato essere lo smartphone più venduto nel mese di luglio, conquistando una quota di mercato quasi del 2% (1,8%).

Un risultato più che positivo se si pensa che per raggiungere questo risultato l’iPhone si è dovuto battere una concorrenza composta dall’intera serie Blacberry di Research In Motion (RIM), dell’intera offerta Palm e gli altri smartphone prodotti da colossi come Motorola, Sony Ericsson, Nokia e Samsung.

Le previsioni dell’istituto di ricerca indicano la vendita di circa 4,5 milioni iPhone nel 2007, mentre la cifra dovrebbe superare i 30 milioni di unità nel 2011.

iSupply inoltre aggiunge che la maggior parte di coloro che hanno acquistato il prodotto di Cupertino nel mese di luglio avevano un’età al di sotto dei 35 anni, erano di sesso maschile e dotati di un elevato titolo di studio, principalmente laurea.