Le future generazioni di iPhone potrebbero avere una fotocamera frontale invisibile all’occhio umano. O meglio, nascosta in modo impeccabile. Infatti, l’azienda potrebbe adottare una speciale pellicola per la lente della camera, che la farebbe letteralmente scomparire.

La speciale pellicola nera del mistero

La società Largan Precision, specializzata in lenti per fotocamere e fornitrice di Apple, è lavoro per lo sviluppo di una speciale pellicola nera in grado di permettere alla camera di funzionare regolarmente senza però essere visibile in alcun modo.

Secondo Jeff Pu – analista di GF Securities – diverse aziende potrebbero decidere di adottare la nuova pellicola per le proprie fotocamere. Tuttavia, considerando lo stretto rapporto fra Apple e Largan Precision, è probabile che i primi a godere della novità possano essere i futuri iPhone. Secondo lo specialista, i primi device equipaggiati con questa tecnologia dovrebbero arrivare intorno al 2020.

I dettagli contano

Attualmente, la fotocamera frontale degli ultimi modelli di smartphone della mela morsicata è posizionata nello spazio dedicato al notch. Tutto sommato, essendo il pannello nero, la camera non è granché visibile se non in particolari condizioni. In soldoni, solo un riflesso della luce rende evidente la fotocamera.

Eppure, sembra che questo disturbi il design dello smartphone. Così tanto da spingere Largan Precision a sviluppare una pellicola nera da applicare sul device. Un dettaglio che potrebbe essere considerato di poco conto, ma evidentemente in una fascia di prezzo così elevata, i dettagli contano e non poco.

Ovviamente, per il momento si tratta unicamente di previsioni e congetture. Non c’è nulla di certo e nessuna indiscrezione che unisca concretamente la tecnologia alla quale lavora Largan Precision e le future generazioni di iPhone.

Tuttavia, le previsioni fatte da Jeff Puff nel suo report potrebbero non distaccarsi così tanto dalla realtà. Probabilmente, Apple non avrà l’esclusiva sulla nuova tecnologia. Dunque, a breve potremmo assistere all’inizio di una nuova era di fotocamere frontali invisibili, ben nascoste dalla specialissima pellicola nera.