L’azienda taiwanese TSMC, partner di Apple nella progettazione di chip destinati ai dispositivi mobili, starebbe avviando una partnership con ARM per lo sviluppo di un nuovo processore caratterizzato da un processo FinFET a 7 nanometri.

La produzione del nuovo chip dovrebbe partire nei primi mesi del 2017, in modo da riuscire a garantire un buon numero di scorte per la prossima linea di smartphone e tablet Apple.

Il processore A9
Il processore A9 di Apple

Allo stato attuale l’azienda di Cupertino utilizza un processore Apple A9 sviluppato da ARM, con processo produttivo variabile da 14 e 16 nanometri. Entro la fine del 2016 TSMC dovrebbe avviare la produzione di massa di un chip a 10 nanometri, ma difficilmente troverà posto all’interno dei nuovi iPhone 7 e iPhone 7 Plus (o Pro), in arrivo quest’anno.

La nuova tecnologia a 7 nanometri dovrebbe, quindi, essere impiegata nel chip che andrà ad equipaggiare iPhone 8, in arrivo nel corso del 2018. Non ci resta che attendere.