Il programma di recall di Apple lanciato il mese scorso come soluzione temporanea ai problemi accorsi su alcuni iPhone 6s avrebbe trovato finalmente una spiegazione. In un comunicato stampa Apple ha dichiarato che il problema di arresto frequente dei device in oggetto sarebbe da attribuire ad una espozione prolungata all’aria circostante.

La pagina approntata da Apple
La pagina approntata da Apple

Secondo Apple, un piccolo numero di dispositivi della serie realizzato tra settembre e ottobre 2015 conteneva un componente della batteria precdentemente esposto più a lungo del prevsito al contatto con l'aria ambientale prima di essere asemblato nella batteria stessa. Il risultato è che, a detta di Apple, le batterie così configurate degradano prima del previsto.
In ogni caso, nel comunicato, Apple sceglie con cura bene le parole di chiusura per evitare accostamenti con il fiasco Note 7: «È importante sottolineare che questo non è un problema di sicurezza».
In pratica, gli iPhone 6s si spengono, non prendono fuoco come l'ex flagship di Samsung.
Apple ha messo su una pagina Web dalla quale i proprietari di iPhone 6s possono verificare se il loro device è affetto dal problema o meno.

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum