iPhone 13, oltre ad avere il supporto al nuovo standard Wi-Fi 6E, potrebbe essere dotato di un nuovo notch più ridotto e di una fotocamera da non sottovalutare. Inoltre, sempre stando alle indiscrezioni, dovrebbe ritornare il graditissimo Touch ID.

iPhone 13: non solo Wi-Fi 6E

Skyworks, uno dei fornitori della casa di Cupertino, pare stia sviluppando dei chip con il Wi-Fi 6E integrato.

Oltre a questo fornitore, un altro produttore che starebbe collaborando con Apple per implementare questo chip dovrebbe essere Broadcom.

Come già detto all’inizio, la prossima iPhone Series dovrebbe garantire, grazie al Wi-Fi 6E, prestazioni più elevate con una minore latenza.

Oltre a questo vociferato nuovo standard, la casa di Cupertino dovrebbe implementare nei suoi prossimi smartphone una nuova fotocamera con un sistema di stabilizzazione ottica dell’immagine molto simile a quello presente nelle Reflex.

Inoltre, sempre stando alle indiscrezioni, Apple dovrebbe presentare nei prossimi mesi 4 nuovi modelli di iPhone. La line-up sarebbe molto simile a quella vista negli attuali iPhone 12. Ecco le quattro varianti previste:

  • iPhone 13 Mini: dovrebbe essere equipaggiato con uno schermo LTPS da 5,4 pollici con refresh rate a 60Hz.
  • iPhone 13: dovrebbe arrivare con display da 6,1 pollici di diagonale di tipo LTPS e con frequenza di aggiornamento sempre a 60Hz.
  • iPhone 13 Pro: la prima variante Pro potrebbe essere dotata di uno schermo LTPO da 6,1 pollici e con refresh rate a 120Hz.
  • 13 Pro Max: il secondo modello della gamma Pro potrebbe avere un display da 6,7 ​​pollici di diagonale sempre dello stesso tipo del 13 Pro. Anche la frequenza di aggiornamento dovrebbe essere la medesima.

Attenzione potrebbe non chiamarsi iPhone 13 però! Eh sì, questo è l’ultimo rumors che sta circolando nel web nelle ultime ore. Pare infatti che l’azienda di Cupertino modificherà il nome della nuova gamma in iPhone 12s, il tutto per una questione scaramantica.

Fonte:PocketNow