Il nuovo iOS 14 da poco annunciato da Apple, consentirà agli utenti di impilare più widget all’interno della home screen, al fine di mantenerla più pulita ed ordinata. Di fatto, tale scelta rientra esattamente nella filosofia tipica del colosso di Cupertino, che mira ad avere un design dei suoi prodotti hardware e software ridotto all’osso, funzionale ma innovativo. Per intenderci: non troveremo soluzioni caotiche che, spesso per pigrizia, si tende ad avere sui device Android.

iOS 14: widget intelligenti in base all’utilizzo

Ora partirà la contestazione e la derisione da parte degli utenti aventi smartphone con sistema operativo di Google: “noi i widget li abbiamo dal 2011. Benvenuti nel passato”. Vero. Ma iOS adesso, con l’introduzione dei nuovi widget, vuole portar sì innovazione ad una home screen rimasta invariata (seppur modificata) fin dalla prima apparizione con iPhoneOS su iPhone 2G Edge, mantenendo però, un ordine logico e razionale nella gestione degli elementi supplementari.

In primis, i widget sembrano adattarsi molto di più al classico stile di iPhone, dando all’utente la possibilità di impilarli all’interno di un solo modulo, secondo uno schema ben preciso in modo tale che non causino disturbi visivi agli occhi dei possessori dell’iDevice. Per esempio, se desiderate avere cinque widget indispensabili per voi, potreste scegliere di impilarli uno sopra l’altro. Ai lati comparirà un indicatore che segnalerà la presenza di più di un widget all’interno dello stesso modulo.

Potreste averne quattro quindi, che occupano soltanto quattro quadranti nella Home in un unico modulo, sempre facili da raggiungere. In più non pare esserci un limite al numero di widget da impilare.

Come impostazione predefinita, questi elementi ruoteranno in maniera intelligente all’interno dello stesso modulo. iPhone imparerà quindi come li utilizzi, ordinandoli in automatico. Se l’app “Meteo” è la prima cosa che guardi al mattino, appena sveglio, sarà il primo widget ad apparire. Se dopo l’allenamento in palestra, siete soliti controllare le attività, vi comparirà il relativo widget e via dicendo.

In poche parole: i nuovi elementi non saranno soltanto funzionali, ma anche intelligenti.

Fonte:CultofMac