Stando a quanto si apprende in queste ore, sembra che Facebook stia lavorando a una versione di Instagram per i bambini aventi meno di 13 anni. Tuttavia, non sembra esserci ancora alcun piano dettagliato in merito.

Instagram for kids: sarà la svolta che aspettavamo?

Il responsabile di Instagram Adam Mosseri conferma che una versione della popolare app di condivisione di foto per bambini sotto i 13 anni è in lavorazione; questo è quanto riportato da BuzzFeed News. L’azienda di proprietà di Facebook sa che molti ragazzi vogliono usare Instagram ma non esiste ancora un “progetto dettagliato“, secondo l’uomo. Mosseri ha dichiarato:

“Parte della soluzione è creare una versione di Instagram per giovani o ragazzi in cui i genitori abbiano trasparenza o controllo”. È una delle cose che stiamo esplorando.” Di fatto, l’attuale politica di Instagram impedisce ai minori di 13 anni di accedere alla piattaforma.

Sempre più bambini chiedono ai loro genitori se possono unirsi ad app che li aiutano a stare al passo con i loro amici”, ha detto Joe Osborne, un portavoce di Facebook in una e-mail a The Verge. Ha aggiunto poi:

Al momento non ci sono molte opzioni per i genitori, quindi stiamo lavorando alla creazione di prodotti aggiuntivi – come abbiamo fatto con Messenger Kids – adatti ai bambini, gestiti dai genitori. Stiamo esplorando la possibilità di portare su Instagram un’esperienza controllata dai genitori per aiutare i bambini a stare al passo con i loro amici, scoprire nuovi hobby e interessi e altro ancora.

BuzzFeed News ha ricevuto un messaggio dal vicepresidente del prodotto di Instagram, Vishal Shah, che ha affermato che un progetto “pilastro della gioventù” è stato identificato come una priorità per la società. Il suo Community Product Group si concentrerà su questioni di privacy e sicurezza “per garantire l’esperienza più sicura possibile per gli adolescenti”, ha scritto Shah nel post. Mosseri avrebbe supervisionato il progetto insieme al vicepresidente Pavni Diwanji, che ha supervisionato YouTube Kids quando era in Google.

Fonte:Twitter Adam Mosseri