Anche il produttore cinese di smartphone iNew si lancia nel mercato degli smartwatch. Il suo primo orologio intelligente si chiama H-One e – a differenza della maggior parte degli smartwatch di fabbricazione cinese – non fa affidamento su di un SoC prodotto da MediaTek ma su di uno marchiato Texas Intruments, il modello CC2640, la cui CPU è formata da un core ARM Cortex-M3. Ad occuparsi della gestione dei sensori a bordo, invece, ci pensa un Osram 7050.

iNew H-One
iNew H-One

Per quanto riguarda la foggia potremmo dire che l’H-One non di discosta molto da un orologio tradizionale, soprattutto per la cassa in metallo (dorato o argentato) e per il cinturino in pelle (vera o finta che sia). Nel quadrante rettangolare con lati curvi è incastonato un display LCD TFT da 1,54 pollici con risoluzione da 240 x 240 pixel. Le dimensioni complessive della cassa sono: 53 x 41 x 11,25 mm. La batteria che si occupa di alimentare l’apparecchio è ai polimeri di litio da soli 220mAh.

iNew H-One (2 colorazioni)
iNew H-One (2 colorazioni)

Il sistema operativo a bordo non è Android Wear ma uno proprietario che, comunque, è in grado di dialogare via Bluetooth (versione 4) sia con Android che con iOS. Tra le funzioni più interessanti di questo apparecchio troviamo non solo il tracking del battito cardiaco, delle fasi del sonno, delle calorie bruciate e delle ormai tradizionali attività fitness, ma anche la misurazione della pressione sanguigna – non per niente il produttore lo definisce “‘health watch”.

iNew H-One
iNew H-One

Il prezzo dell’iNew H-One non è stato comunicato ufficialmente. Difficile fare una stima, ma difficilmente questo tipo di apparecchi di fabbricazione cinese sono più costosi degli omologhi prodotti da altri brand internazionali più blasonati.

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum