Continuano ad essere annunciate nuove ricerche da parte dei maggiori istituti specializzati improntate all’ottimismo sul futuro della telefonia mobile. Adesso è la volta di uno studio di IDC che annuncia che già dal 2002 si vedrà un leggerissimo aumento nelle vendite rispetto allo scorso anno, circa l’1,8% per un totale di circa 390 milioni di cellulari, che diverranno ben 605 milioni nel 2006, con una crescita annuale in media del 9,5%.

Questo porterà una vera rivoluzione mobile, facendo avvicinare sempre il mercato dei telefonini ad una dimensione di massa. Fino a che, però, ciò non accada i costruttori dovranno sviluppare terminali con nuove funzionalità che servano per accrescere l’ARPU dei gestori. Modesti aumenti nelle vendite proverranno dai nuovi utilizzatori e dai paesi emergenti, ma sarà soprattutto la sostituzione di vecchi telefoni a farla da padrone. Entro il 2005 le vendite di cellulari 2.5G supereranno quelle dei cellulari 2G ed entro il 2006 smart phone e PDA phone raggiungeranno circa 65 milioni di pezzi venduti.