In alcuni Paesi arabi è sufficiente che un musulmano invii a sua moglie un SMS perchè la coppia risulti divorziata.
Il giornale Gulf Daily News riferisce che nei Paesi del Golfo è una modalità di divorzio in crescita. Una crescita preoccupante tanto che le attiviste dei diritti delle donne sperano che l’adozione di una legge sulla famiglia possa contrastare un comportamento del genere.

Le attiviste ritengono sbagliata la possibilità concessa agli uomini di poter ottenere legalmente il divorzio dalle mogli in modo così immediato e al tempo stesso disumano.
"Una legge sulla famiglia dovrebbe essere introdotta per permettere ai mariti di divorziare dalle mogli in modo etico" spiega Fatima Al Rabea, membra dell'associazione Bahrein Woman's Union, che aggiunge "Se avessimo una legge sulla famiglia, ci penserebbero due volte. Ma per il momento non vi è alcuna protezione".

La Corte della Sharia in Malesia ha recentemente stabilito che un musulmano può legalmente divorziare da sua moglie inviandole un messaggio di testo come questo: "Se non lasci la casa dei tuoi genitori, saremo divorziati".
"Non sono d'accordo con questo, siamo esseri umani e dobbiamo parlare faccia a faccia", ha concluso Fatima Al Rabea.