Forse non tutti sanno che i brand Vivo, Oppo e OnePlus hanno in comune un investitore: BBK Electronics. Si tratta di una grossa azienda cinese con esperienza pluridecennale nel settore hi-tech; già nei primi anni ’90 infatti produceva cloni del giapponese NES (Nintendo Entertainment System) e altra elettronica per l’utenza consumer. Col tempo poi si è specializzata in smartphone, cuffie, lettori mp3, lettori Blu-ray, televisori, videocamere e dispositivi educativi per bambini.
Bene, non paga dell’investimento in queste tre società che producono smartphone, BBK ha deciso di fondarne una quarta operante sempre nello stesso campo.

immo
immo – teaser del primo smartphone

Il nuovo brand, che prende il nome di Imoo, presto arriverà sul mercato con il suo primo smartphone. Non è chiara la data precisa di lancio del device, né si conoscono ancora le sue caratteristiche tecniche, ma sul Web pochi giorni fa è apparsa la prima immagine di teaser ufficiale. Dello smartphone mostrato in questa foto non si intuisce molto, a parte il colore della scocca (oro) e lo spessore decisamente ridotto del case – colpisce però il fatto che sul bordo destro del dispositivo sia presente un lungo tasto contenente un tratto rosso. Non sappiamo di preciso a cosa possa servire. Forse è il solito tasto che si aziona per l’accensione dell’apparecchio e per lo spegnimento dello schermo, ma qualcuno ipotizza che possa essere un bottone che dia acceso immediato alla funzione di registrazione audio – un tasto “Rec” insomma. L’ipotesi non è del tutto peregrina perché il brand Imoo potrebbe essere focalizzato nel vendere device che fondono l’esperienza del campo smartphone con quella del campo “educational” per i bambini. Probabilmente il primo e unico mercato in cui saranno venduti i dispositivi Imoo sarà la Cina, ma non è una notizia certa al 100%. Staremo a vedere.