Immuni app è disponibile. A pochissimo tempo dal rilascio delle API necessarie da parte di Apple, ecco che è possibile scaricare in Italia l’applicazione per il tracciamento dei contagi su device iOS e Android. Un’applicazione che tutela la privacy degli utenti, ma allo stesso tempo potrà permettere di limitare la diffusione del COVID-19 se sarà utilizzata da una buona parte della popolazione. Ecco intanto su quali modelli di iPhone si può scaricare e come fare.

Immuni app: come scaricarla su iPhone

Dal primo giugno 2020, l’applicazione è disponibile al download sull’Apple App Store: si può scaricare direttamente da questo indirizzo.

Non tutti i modelli di iPhone sono compatibili, ma solo quelli aggiornati ad iOS 13.5, ovvero: iPhone 11, 11 Pro, 11 Pro Max, Xr, Xs, Xs Max, X, SE (seconda generazione), 8, 8 Plus, 7, 7 Plus, 6s, 6s Plus, SE (prima generazione).

Se disponi di uno di questi modelli di smartphone, ma non hai ancora effettuato l’aggiornamento ad iOS 13.5, l’applicazione non funzionerà: esegui l’update il prima possibile perché contiene le API necessarie per il tracciamento (anonimo) dei contagi.

NB: attualmente l’applicazione è in fase di test e funziona unicamente in alcune regioni: Puglia, Abruzzo, Marche e Liguria.

Immuni app: si può installare anche su iPad?

La risposta è no. L’applicazione non risulta scaricabile su iPad, è riservata per il momento esclusivamente agli smartphone della mela morsicata.