La società Elata,
specializzata in programmi Java per terminali mobili, ha rivelato i risultati
di una ricerca interna, condotta parlando con vari gestori in giro per il mondo.
Secondo Elata, i servizi maggiormente gettonati dai primi utenti non saranno
quelli prettamente per il settore business, ma quelli legati all’intrattenimento.
In particolare, secondo Elata, ad avere un certo successo saranno servizi riguardanti
il gioco on line, soprattutto tra i teenager.

Già alcuni costruttori hanno presentato
terminali compatibili Java, come Siemens e Motorola, altri ne seguiranno nei
prossimi mesi. Il Java permetterà di scaricare applicazioni e servizi direttamente
sul cellulare ed avrà un largo sviluppo con l’avvento di massa del GPRS. Secondo
Elata, però, uno dei punti determinanti sarà il costo dei futuri servizi 2.5G.
Infatti i gestori europei dovrebbero seguire l’esempio di NTT DoCoMo con l’i-Mode
e tariffare ogni servizio a seconda del quantitativo di dati effettivamente
utilizzati, senza eccedere con il prezzo assoluto.

Uno dei servizi più interessanti
per gli operatori saranno gli MMS, diretti parenti degli SMS e, di conseguenza,
fonte sicura di introiti per i gestori, che stanno, infatti, testando diverse
soluzioni per i nuovi messaggi multimediali. Nonostante ciò, ben pochi operatori,
secondo Elata, hanno apertamente parlato ai loro clienti per spiegargli eventuali
usi futuri e presenti dei nuovi servizi. Se non si vuole rischiare di fare un
altro buco nell’acqua, c’è bisogno di maggiore chiarezza e di campagne informative
adatte.