Pebble lancia un nuovo smartwatch. Dopo aver mostrato un vero e proprio conto alla rovescia a tutti coloro che accedono al sito ufficiale della società, l’annuncio è stato fatto su Kickstarter. A partire da martedì 24 febbraio alle 16 italiane fa il suo debutto Pebble Time: il primo smartwatch a colori della startup, a cui va dato merito di aver visto più lontano degli altri credendo sin dal 2011 in questo segmento.

Pebble Time
Pebble Time

Un nuovo Pebble è all’orizzonte e la sua principale è lo schermo a inchiostro elettronico (e-ink) a colori. Non completamente a colori, ma con alcuni colori a causa delle limitazioni che la tecnologia e-paper impone. Il perfetto esempio e l’immagine ottenuta da 9to5Google, scovata sugli stessi server di Pebble, che mostra una schermata dei dettagli di un volo con lo sfondo completamente giallo. Il risultato è comunque appagante, anche in virtù di una leggibilità che dovrebbe essere perfetta in ogni condizione di luce. Interessante anche l'autonomia dichiarata: 7 giorni è decisamente superiore come valore a quanto fanno gli altri smartwatch concorrenti, anche se resta da capire se il Time di Pebble potrà colmare alcuni gap tecnici esistenti.

Pebble Time
Pebble Time

Pebble Time
Pebble Time

Il design dello smartwatch non sembrerebbe particolarmente diverso da quello attuale: le cornici sono leggermente più larghe, con dispiacere di chi sperava in un prodotto meno "ludico", e rimangono i tre tasti fisici sul lato destro per navigare fra i menu, leggermente ridimensionati rispetto a quello attuali. Mantenuta anche l'impermeabilità, e utile l'integrazione di un microfono: permette di interagire con il proprio smartphone, anche se per ora sussistono importanti limitazioni in tal senso per iOS.

Pebble Time
Pebble Time

Il nuovo Pebble Time è disponibile per ora in tre colorazioni: nero, bianco e rosso. Il primo lotto di vendita è andato a ruba, ma è ancora possibile accaparrarsi uno smartwatch – in consegna da maggio – per 179 dollari (quasi 160 euro).

L’amministratore delegato di Pebble aveva annunciato nelle scorse settimane che nel 2015 verrà commercializzato sia nuovo hardware che nuovo software. Non ci sono ancora informazioni ufficiali in merito, ma è possibile che questo nuovo modello di Pebble possa integrare già il nuovo sistema operativo, progettato per essere qualcosa di "mai visto". Ci sta lavorando parte del team di ingegneri software che ha realizzato webOS, il sistema operativo per le smartTV di LG, passato a Pebble proprio con questo obiettivo.

Pebble Time
Pebble Time

Gli smartwatch Pebble attualmente venduti sono oltre un milione, come comunicato recentemente dall’azienda. Non si tratta di grandi numeri, ma queste cifre dichiarano un certo interesse nell’operato della società, nata come startup nel 2011 e che ha finanziato il primo Pebble tramite la piattaforma di crowdfunding Kickstarter, dove gli utenti hanno donato oltre 10 milioni di dollari in cambio di uno smartwatch e-ink. Ora la stessa azienda è tornata sui suoi passi e riparte ancora dal crowdfunding: un ottimo modo per premiare i suoi più affezionati e fedeli clienti, e per garantire al contempo anche una buona visibilità al nuovo prodotto.

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum